ABOUT US BUILDING PROJECT FESTIVAL PEOPLE INFO
EN
BUILDING


L’abbandono di un edificio invita la natura a partecipare al processo di corrosione e rovina delle mura. Questo passaggio stabilisce un nuovo accordo tra le case e le piante. Una armonia che viene mantenuta anche dopo il recupero, accordando un nuovo potere ad alberi e animali. E definendo un nuovo carattere per chi torna ad abitare quelle strutture. Persone che mordono, hanno una confidenza nuova col bosco e le rocce. Provano nuovi istinti da predatore, secondo la loro natura. 


Luca Ruali
Centrale Fies. Le regole dell’attrazione, parte II
(Franz Magazine)




Centrale Fies ha sede in una centrale idroelettrica asburgica del 1911, in parte ancora attiva e sotto l’egida di Hydro Dolomiti Energia, che sorge tra il fiume Sarca e le Marocche, una maestosa frana postglaciale, nel cuore della Valle dei Laghi in Trentino.
Nel 1999 la Cooperativa Il Gaviale ottiene da ENEL una forma di comodato d’uso e il permesso di organizzarvi festival ed eventi culturali sotto il nome “CENTRALE FIES”. Negli anni, tipo di comodato, progetto culturale e modalità di produzione si sono evolute fino ad avere la forma di un luogo dedicato in maniera permanente all’arte e alla creatività e per ospitare artisti in residenza da tutto il mondo.
La modalità di restauro, operata nella valorizzazione della struttura originale con l’architetto Sergio Dellanna, ne fa oggi uno degli esempi di riuso di archeologie industriali più virtuosi ed efficaci in Italia.

Quella che in origine era la
Galleria Trasformatori è oggi uno spazio per allestimenti di mostre e momenti pubblici quali incontri, workshop e presentazioni. La Sala Turbine si è trasformata in un ampio teatro all’occorrenza divisibile in due sale da 200 posti cadauna. Così come le sale Forgia, Comando e Mezzelune sono utilizzate sia come sale prova che come spazi per la presentazione pubblica delle performance. All’interno della struttura oggi vi è anche una foresteria attrezzata per le residenze invernali mentre quelle primaverili ed estive occupano le ex abitazioni degli operai, in immediata prossimità della centrale.
Ogni spazio ha quindi trovato una nuova funzione pur mantenendo un saldo legame con le origini, con il bosco e la montagna che si erge imponente al di là del fiume.

Si è tuttavia voluto preservare lo “spirito del luogo” e la magia prodottasi al primo impatto con la gigantesca cattedrale svuotata dei macchinari, ammirando le espressive solette nervate in calcestruzzo con i grandi fori passanti, i finestroni quadrettati, le scale in pietra nella torre, le travature reticolari in acciaio, i carri ponte con gli argani ancora funzionanti. (Sergio Dellanna).

Centrale Fies non è un luogo neutro, è un luogo che partecipa alla creatività di chi viene a sviluppare qui un pezzo del proprio lavoro.
Impone il carattere dei suoi spazi a qualsiasi pre-progettazione con insistenza e seduzione, sovverte le posizioni di partenza e apre l’azione performativa a ulteriori interpretazioni.

Centrale Fies offre spazi per ospitare manifestazioni esterne come esposizioni, shooting, convegni, workshop e mette a disposizione le sue risorse per collaborare alla gestione e organizzazione degli eventi ospiti.

COWORKING SPACE
FOYER
PARCO
GALLERIA TRASFORMATORI
FORESTERIA
SALA TURBINE
MEZZELUNE
FORGIA
SALA COMANDO

Scopri di più su fieslocation.it





IL GAVIALE società cooperativa
via Gramsci 13, 38074 Dro (TN)
CF e P. IVA: 01295630220, REA: TN – 128433
T. 0464/504700 / info@centralefies.it / info@pec.centralefies.it
Privacy & Cookies Policy
il gaviale soc.coop / Legge 07/10/2013  n. 112  (art. 9, comma 2-3)
il gaviale soc. coop. Art. 1, commi 125-129, L. 124/2017
web project by crushsite.it