logo

ABOUT
/ SPACE
/ CONTACT
/ HOW TO GET
/ NEWSLETTER

FIES CORE
B-FIES

EVENTS
FACTORY
/ TOUR DATES
PRODUCTIONS
RESIDENCIES
CO-WORKING

VISUAL LIBRARY

1
1
1
1
 


MOTHERLODE
35esima edizione Drodesera / 26 luglio > 02 agosto 2015 / Centrale Fies, Dro, TN
events

HOME / TRAILER / PROGRAM / BOOKLET / PARTNER / INFO / TICKETS / PRESALE / STAFF

PROGRAM / Fanny & Alexander (IT) / Scrooge

31.07.2015, h 23.15
Turbina 2



EN

con / with Marco Cavalcoli
vocalist
Chiara Lagani
live electronics
Emanuele Wiltsch Barberio

ideazione / concept
Luigi De Angelis e Chiara Lagani
drammaturgia / dramaturgy e costumi
Chiara Lagani
progetto sonoro / sound project, musiche
Emanuele Wiltsch Barberio
Abat-jour by
ZAPRUDERfilmmakersgroup
scene / set
Nicola Fagnani
regia / direction
Luigi De Angelis

Organizzazione e logistica Fabio Sbaraglia
amministrazione Debora Pazienza
sottotitoli Sergio Carioli
produzione E / Fanny & Alexander
si ringraziano Sergio Carioli, Marco Rea, Giancarlo Sessa


Un Mediattore assume la figura di Uncle Scrooge, il papero più ricco del mondo, come modello per costruire un’importante Trattativa. Mette alla prova il suo discorso a partire dal doppiaggio di un cartone animato di Walt Disney in cui Scrooge dà ai suoi nipoti una lezione sul Denaro e sulla sua circolazione.
La lezione è parlata, danzata e cantata, e spettacolarizza una serie di domande sul rapporto tra economia e storia, economia e vita, economia e arte.
La performance riflette sul rapporto tra denaro e arte: l’economia è creativa? È etica? Si può parlare di economia etica oggi? O è un paradosso all'origine di ogni discorso sull'economia stessa? In che modo si quantifica il valore economico dell’arte? Si può parlare di economia culturale, per di più creativa, nel contesto in cui viviamo?


http://fannyalexander.e-production.org/

A Mediactor takes on the figure of Uncle Scrooge, the richest duck in the world, as a model to carry on an important Negotiation. He starts his speech from the dubbing of a Walt Disney's cartoon in which Scrooge teaches a lesson to his nephews about money and its circulation.
The lesson is spoken, danced and singed and makes spectacular a series of questions on the relationship between economy and history, economy and life, economy and art.
The performance reflects on the relationship between money and art: is economy creative? Is it ethical? Can we talk about ethical economy today? Or is it a paradox of every conversation about economy? How could the economic value of art be quantified? Can we talk about cultural and creative economy in the context in which we live?

http://fannyalexander.e-production.org/









Privacy e cookie policy