logo

ABOUT
/ SPACE
/ CONTACT
/ HOW TO GET
/ NEWSLETTER

FIES CORE
B-FIES

EVENTS
FACTORY
/ TOUR DATES
PRODUCTIONS
RESIDENCIES
CO-WORKING

VISUAL LIBRARY

1
1
1
1
 


WORLD BREAKERS
Drodesera XXXVI / 22.07 - 30.07.2016 / Centrale Fies, Dro, TN
events

HOME / TRAILER / PROGRAM / BOOKLET / PARTNER / INFO / TICKETS / PRESALE / STAFF

PROGRAM
Marzia Migliora / Alta tensione, 2016

Lecture performance

27.07.2016 – h. 20.45 / 21.15 / 21.45 / 22.15
Sala Macchine
10 min



Marzia Migliora, Elena Pugliese, Alta tensione, 2016 / fotografia di progetto

EN

Drammaturgia/playwright di Elena Pugliese
Voices: Sebastiano di Bella e operai specializzati in operazioni su tralicci ad alta tensione
Mix audio: Niccolò Bosio

Presentazione e lancio del progetto di ricerca a lungo termine per la produzione di una performance sulla storia operaia di Centrale Fies per Live Works 2017.

Il progetto indaga la storia operaia legata all’industria idroelettrica e gli aspetti di diffusione dell’energia come materia prima necessaria alla cultura e al progresso, partendo dall’unica area industriale ancora attiva a Centrale Fies. Un operaio in vesti civili e la sua attrezzatura tecnica, quella che usa ogni giorno per salire su un traliccio ad alta tensione e mettersi in sicurezza. Come fosse un manuale tecnico, un testo diffonde le ‘normative’ che regolano la necessità dell’uomo di mettersi in sicurezza nell'affrontare il vuoto, l'insicurezza, il rischio e la caduta.

Il lavoro di Marzia Migliora trae origine da una profonda attenzione per l'individuo e il suo quotidiano per affrontare temi quali l'identità, le contraddizioni e la responsabilità, toccando la storia presente e passata e mettendo in relazione luoghi e narrazioni. Le sue opere si pongono come interrogativi che mirano al coinvolgimento attivo del fruitore, senza il quale l'opera stessa non può essere risolta.

Elena Pugliese Scrive per il teatro, cinema e radio, anche in collaborazione con archivi, artisti e gallerie d’arte. La sua ricerca si muove continuamente su alcuni punti fermi: l’attenzione per memorie personali e collettive, l’arte autobiografica, la poetica del quotidiano, gli archivi come risorse per il contemporaneo, i lasciti materiali e immateriali.


Presentation and launch of a long-term project aimed at the production of a performance about working-class history of Centrale Fies for Live Works 2017.

The project investigates the working history related to the hydropower industry and the aspects of energy diffusion as necessary raw material for culture and progress, starting from the only-functioning industrial area of Centrale Fies. A worker wearing civilian clothes and his technical equipment, the one he uses every day to get on a high voltage trellis and secure his safety. As a technical handbook, a text spreads around the ‘norms’ regulating the necessity of men to be safe when facing the void, the insecurity, the risk, and falling down.

In her artistic endeavors, Marzia Migliora stem from careful observation of the individual and his everyday life to investigate themes such as identity, contradiction and responsibility, touching on present and past history and establishing a connection between places and narratives. Her projects ask questions aimed at actively engaging the viewer, without whom the work cannot be whole.

Elena Pugliese Write for theatre, cinema and radio, also in collaboration with archives, artists and art galleries. Her research follows several basic points: attention to personal and collective memories, archives as a real resource for the contemporary, poetry in objects and actions of everyday life, inheritance, immaterial legacies as a resource and bond.









Privacy e cookie policy