logo

ABOUT
/ SPACE
/ CONTACT
/ HOW TO GET
/ NEWSLETTER

FIES CORE
B-FIES

EVENTS
FACTORY
/ TOUR DATES
PRODUCTIONS
RESIDENCIES
CO-WORKING

VISUAL LIBRARY

1
1
1
1
 


WORLD BREAKERS
Drodesera XXXVI / 22.07 - 30.07.2016 / Centrale Fies, Dro, TN
events

HOME / TRAILER / PROGRAM / BOOKLET / PARTNER / INFO / TICKETS / PRESALE / STAFF

PROGRAM
Mohamed El Khatib / A beautiful Ending


23.07.2016, h. 21.45
24.07.2016, h. 23.30
Sala Comando
60 min


EN

testo e ideazione – text and conception Mohamed El Khatib
in collaborazione con – in collaboration with
Fred Hocké e/and Nicolas Jorio
A beautiful Ending è stato selezionato per essere presentato nell’ambito di / was selected to be presented in the French Performing Art Focus organizzato da / organised by institut français e / and Onda in October 2015.
nell'ambito di – in the context of
"La Francia in scena", stagione artistica dell'Institut français Italia, realizzata su iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, con il sostegno dell'Institut français e del Ministère de la Culture et de la Communication, della Fondazione Nuovi Mecenati, della Sacem Copie Privée, della Commissione Europea (Creative Europe) e del Ministero dell'Istruzione italiano dell'Università e della Ricerca - Afam (MIUR - Afam).


A beautiful Ending è la storia del lutto per la morte della madre dell’artista.
Lo spazio scenico, dove si staglia il corpo dell’autore con i suoi strumenti di lavoro, fogli di giornale, un registratore, si dischiude come il ricettacolo di un’esperienza che lascerà le sue tracce … frasi, foto, immagini: luoghi dove si stratifica la perdita.
Il lavoro di Mohamed El Khatib tenta di esplorare le potenzialità espressive che emergono dalla nozione di “detriti”: detriti di un legame, detriti di una storia, di un paesaggio, di tutto ciò che rimarrà di una madre e un figlio, dopo l’avvento della morte; detriti della lingua madre, detriti del linguaggio teatrale, detriti dell’atto della scrittura.

Dopo gli studi in letteratura, un periodo al CADAC (Centro di arte drammatica del Messico) e un dottorato di ricerca in Sociologia, nel 2008 è stato tra i co-fondatori del collettivo Zirlib. L’artista mette a confronto il teatro con altri media (film, installazioni, quotidiani), osservando gli attriti che ne scaturiscono. Dal 2011 è sostenuto dal L’L, centro di ricerca e assistenza di Bruxelles.


A beautiful Ending is the story of grief, that is the death of the artist’s mother.
The scenic space, in which is inscribed the body of the author with his work tools, sheets of paper, a recorder, is like an open receptacle of an experience that will leave traces… of text, of pictures, of image, that are so many successive layers to treat in depth this loss.
Mohamed El khatib’s work attempts to explore the modalities of dialogue emerging from the notion of “debris”: debris of a relationship, of a story, of a landscape, of all that will remain of a mother and a son after an ultimate event such as death; debris of a mother tongue, debris of theatrical language, debris of writing.

After literature studies, a passage at the CADAC (Dramatic Art Center of Mexico) and a PhD in sociology, he co-founded on 2008 the collective Zirlib. He attempts to confront drama with other media (films, installations, newspapers) and to observe the frictions they produce. Since 2011, Mohamed El Khatib has been supported by the L’L, a place of research and guidance (Brussels).









Privacy e cookie policy