Dina Mimi
IS IT TRUE THAT ONLY ANTS WALK IN A CIRCLE?

data / date
19.07.2019
h.19.00 e/and h. 22.00

luogo / place Centrale Fies / Forgia
durata / duration 45’

musica / music Second Mistake, by AYYA; Bruxism, by GIL

Questa performance tratta del momento di emersione della follia. Quando il corpo è pronto a emergere nella sfera pubblica il suo compito è di mettere in scena un'azione specifica. La performance prende i contorni del corpo, in base alla posizione del corpo nello spazio. Il potere del gesto fisico: braccio, occhi e gomito attraverso le rovine storiche e i monumenti in relazione a Yusuf al-Sudani, che visse a Ramallah compiendo movimenti circolari, fino alla sua morte nel 2016 avvenuta in mezzo a una piazza. Anche la storia segue dei movimenti circolari, vero?

Dina Mimi è un'artista visiva, che vive e lavora a Gerusalemme. La sua pratica è multiforme e si avvale di video, audio, performance e testi. Dina si interessa al tema della morte e dei resti umani nella sfera pubblica, come la normalizzazione della morte nei luoghi pubblici, le personalità suicide; martirio e protesta come performance. Relazione di invisibilità e visibilità dell'archeologia verso oggetti e musei e morte.

This piece narrates around the moment of insanity. When the body is ready to emerge into the public sphere, it comes with a mandate: to enact a specific performance. The performance takes the contours of the body, according to the position of the body occupying space. The power of the body gesture: arm, eyes and elbow through historical ruins and monuments in relation with Yusuf al-Sudani, who lived in Ramallah moving his body in circles, until his death in 2016 in the middle of the square. Doesn't history also move in circles?

Dina Mimi is a visual artist, living and working in Jerusalem. Her practice is multi-faceted and uses video, sound, performance and text. Dina has been interested in issues of death, and human remains in the public sphere, such as the normalisation of death in public sites, suicide subject; martyrdom, and protest as performance. Invisibility and visibility relation of archaeology to object and museum to death.




CENTRALE FIES


IL GAVIALE società cooperativa
via Gramsci 13, 38074 Dro (TN)
CF e P. IVA: 01295630220, REA: TN – 128433
T. 0464/504700 / info@centralefies.it / info@pec.centralefies.it

web project by crushsite.it






Il reportage multimediale del festival