Anagoor
ORESTEA / fin dentro la sera, fin dentro la notte

data / date
30.06.2019
Dalle/from 18.30 alle/to 24.00

luogo / place Centrale Fies
durata / duration
special project

sull’Orestea di Eschilo / On Aeschylus’ Oresteia
drammaturgia / dramaturgy
Simone Derai, Patrizia Vercesi
traduzione dal greco / translation from Greek Patrizia Vercesi, Simone Derai
orizzonte di pensiero e parola / line of thoughts S. Quinzio, E. Severino, S. Givone, W.G. Sebald, G. Leopardi, A. Ernaux, H. Broch, P. Virgilio Marone, H. Arendt, G. Mazzoni | con / with Marco Ciccullo, Sebastiano Filocamo, Leda Kreider, Marco Menegoni, Gayané Movsisyan, Giorgia Ohanesian Nardin, Eliza G. Oanca, Benedetto Patruno, Piero Ramella, Massimo Simonetto, Valerio Sirnå, Monica Tonietto, Annapaola Trevenzuoli
voce del messaggero / voice of the messenger Pierdomenico Simone
danza / dance Giorgia Ohanesian Nardin
musica e sound design / music and sound design Mauro Martinuz
assistente al suono / sound assistant
Ludovico Dal Ponte
esecuzioni al pianoforte di Kindertotenlieder n.1 di Gustav Mahler / Gustav Mahler’s Kindertotenlieder n.1 played by Massimo Somenzi
scene e costumi / set and costume design Simone Derai
realizzazione costumi / costumes Serena Bussolaro, Christian Minotto
accessori / accessories Christian Minotto, Massimo Simonetto, Silvia Bragagnolo
scultura mobile / mobile sculpture Istvan Zimmermann e Giovanna Amoroso - Plastikart Studio
video Simone Derai, Giulio Favotto
video, riprese, direzione della fotografia, post-produzione / camera, cinematography, post-production Giulio Favotto
video, concept, editing, regia / concept, editing, direction Simone Derai
light design Fabio Sajiz
assistenza tecnica / technical assistance Mattia Dal Bianco
assistente al progetto / project assistant Marco Menegoni
assistente alla regia / assistant director Massimo Simonetto
regia / direction Simone Derai
coordinamento organizzativo / organization Annalisa Grisi
management e promozione / management and promotion Michele Mele | staff Centrale Fies Ioana Bucurean, Maria Chemello, Laura Rizzo, Stefania Santoni, Virginia Sommadossi

produzione / production Anagoor 2018
con il sostegno di / supported by Fondation d’entreprise Hermès nell’ambito del programma New Settings within the framework of the New Settings Program
coproduzione / coproduction Centrale Fies, Teatro Metastasio di Prato, TPE - Teatro Piemonte Europa, Teatro Stabile del Veneto
con la partecipazione alla coproduzione di / with the participation of Theater an der Ruhr
supportato dal Ministero della Cultura e della Scienza della Renania Settentrionale - Vestfalia / supported by Ministry of Culture and Science of North Rhine-Westphalia
con il sostegno della / with the support of Compagnia di San Paolo
sponsor tecnici / technical sponsors Lanificio Paoletti, Printmateria, 3DZ
si ringrazia / thanks to Ministero della Cultura e dello Sport della Repubblica Greca, Museo Archeologico di Olimpia, Istituto Italiano di Cultura di Atene, Lottozero / textile laboratories, Guido Mazzoni e Don- zelli Editore, Lorenzo Flabbi e L’orma editore.

Spazi aperti e un’azione continua fin dentro la sera, fin dentro la notte.
Un evento immersivo: “punto d’approdo e insieme un punto di vista, uno sguardo fissato sulle macerie dell’Occidente” attraverso le sale di Centrale Fies. La preview di IPERNATURAL vedrà una versione esplosa dello spettacolo Orestea/Agamennone, Schiavi, Conversio che muta a partire dal titolo: Orestea / fin dentro la sera, fin dentro la notte. Tre tempi dello spettacolo intervallati da installazioni e una diversa modalità di muoversi negli spazi che si fanno di volta in volta scena per l’azione performativa o luogo protetto dove poter sostare e rifocillarsi. Anagoor, Leone d’Argento Biennale Teatro 2018, dal 2009 tra gli artisti di FIES FACTORY, sfiderà tempo e spazio connettendo il pubblico alla ricerca e agli immaginari che da sempre animano la compagnia, condensando classico e contemporaneo, restituendo visioni senza smettere di farsi domande.
Dal tramonto alle tenebre, le ore scandite da canti e dialoghi, che dai merli della torre faranno risuonare le Marocche e la Valle del Sarca, Anagoor abiterà Centrale Fies. Ora rocca di Argo, ora campo santo, ora campo di concentramento. Si illuminano così elementi di un viaggio artistico che da Lingua Imperii ad Orestea conduce fino al fondo della notte, oltre il quale brilla il rovesciamento del sottosuolo dell’Occidente.
Con Orestea, Anagoor propone ancora un lavoro sulla lingua che prova a misurare la distanza tra noi e i poeti antichi, riscoprendone l’elemento di purificazione dei sentimenti umani. Una festa teatrale che è miscela di mistero e pensiero, di profonda fiducia nella parola, nella memoria, nella visione, nel corpo, nella collettività.

Anagoor, premiata con il Leone d’Argento per il Teatro 2018 - La Biennale di Venezia, nasce a Castelfranco Veneto nel 2000. Oggi alla direzione di Simone Derai e Marco Menegoni, si affiancano le presenze costanti di Patrizia Vercesi, Mauro Martinuz e Giulio Favotto, mentre continuano a unirsi artisti e professionisti che ne arricchiscono il percorso. 
Anagoor è l’alveo di una creazione aperta alla città e alle sue diverse generazioni, nel tentativo strenuo di generare un’arte teatrale della polis. Dal 2010 fa parte del progetto Fies Factory.

Web Site


There will be open spaces and continuous action into the evening, right into the night. That is an immersive event: it is “at the same time a landing place and a point of view, a gaze xed on the rubble of the West” taking place in the rooms of Centrale Fies.
The preview of IPERNATURAL will show an exploded version of the show Orestea / Agamennone, Schiavi, Conversio which has changed starting from the title: Orestea / right into the evening, right into the night. The three acts of the show alternate installations and a different way of moving across the spaces. These spaces become each time either a different scene for the performative actions or a protected place where one can stop and rest. Anagoor, Theatre Grand Jury Prize 2018, has been among the artists of FIES FACTORY since 2009. Anagoor will challenge time and space by connecting the audience to the research and image of the company, condensing classical and contemporary art, offering visions and questioning things.
From sunset to darkness, Anagoor will inhabit Centrale Fies. The hours will chime with the muezzins’ singing and make the Marocche and the Sarca valley resound from the tower merlons. At one time, the setting is the fortress of Argos, then a cemetery and finally a concentration camp. So the elements of an artistic journey are illuminated. From Lingua Imperii to Orestea, they lead to the end of the night, beyond which the upside-down underground of the West shines.
Through Orestea, Anagoor proposes once again a work on the language, measuring the distance between us and the ancient poets, thus unveiling the purifying element of the human feelings. It is a sort of a theatre party: a mixture of mystery and thoughts, of deep trust in words, memories, points of view, bodies and in the community.

Anagoor, awarded with the Silver Lion for Theatre 2018 - La Biennale di Venezia, was founded in Castelfranco Veneto in 2000. Today, directors Simone Derai and Marco Menegoni work regularly with Patrizia Vercesi, Mauro Martinuz and Giulio Favotto, while other artists and professionals join them continually, enriching their growth.
Anagoor is the hub of a creative process open to the city and its diverse generations, in a strenuous attempt to generate a theatrical art of the polis. Since 2010 it has been part of the Fies Factory project.




CENTRALE FIES


IL GAVIALE società cooperativa
via Gramsci 13, 38074 Dro (TN)
CF e P. IVA: 01295630220, REA: TN – 128433
T. 0464/504700 / info@centralefies.it / info@pec.centralefies.it

web project by crushsite.it






Il reportage multimediale del festival