logo

ABOUT
/ SPACE
/ CONTACT
/ HOW TO GET
/ NEWSLETTER

FIES CORE
B-FIES

EVENTS
FACTORY
/ TOUR DATES
PRODUCTIONS
RESIDENCIES
CO-WORKING

VISUAL LIBRARY

1
1
1
1
 


MOTUS : NELLA TEMPESTA
2013 / 90 min.
productions


EN

uno spettacolo di Motus/ a Motus performance 2011>2068 AnimalePolitico Project
ideazione e regia/created and directed by Enrico Casagrande, Daniela Nicolò
con/with Silvia Calderoni, Glen Çaçi, Ilenia Caleo, Fortunato Leccese, Paola Stella Minni
drammaturgia/dramaturgy Daniela Nicolò
assistente alla regia/assistent director Nerina Cocchi
suono e video/sound and video technician Andrea Gallo, Alessio Spirli (Aqua Micans Group)
organizzazione e produzione/organization and production Elisa Bartolucci
comunicazione e promozione/management and communication Sandra Angelini, Lisa Gilardino
logistica/logistics Valentina Zangari
distribuzione per la Francia/management for France Ligne Directe (Judith Martin)
co-produzione/co-production Festival TransAmériques (Montréal), Théâtre National de Bretagne (Rennes), Parc
de la Villette (Parigi), La Comédie de Reims – Scène d'Europe (Reims), Kunstencentrum Vooruit vzw (Gent), La
Filature - Scène Nationale (Mulhouse), Festival delle Colline Torinesi (Torino), Associazione Culturale dello Scompiglio (Vorno), Centrale Fies (Dro), L'Arboreto – Teatro Dimora (Mondaino)
con il sostegno di/with the support of ERT (Emilia Romagna Teatro Fondazione), AMAT, La Mama (New York),
Provincia di Rimini, Regione Emilia-Romagna, MiBAC
in collaborazione con/in collaboration with Teatro Valle Occupato (Roma), Angelo Mai Occupato (Roma), Macao (Milano), S.a.L.E. Docks (Venezia)
Motus ringrazia/thanks to Voina, Judith Malina, Giuliana Sgrena, Darja Stocker, Mohamed Ali Ltaief, Anastudio, Exyzt, Mammafotogramma, Re-Biennale e tutti i partecipanti ai vari/and all the participants of MucchioMisto Workshop

Ferite, conflitti di oggi e visioni allucinate del futuro, tra utopie e distopie… Navighiamo un po’ alla deriva fra le epoche, leggendo Huxley, Dick, London, Thoreau… Durante il viaggio troviamo l’innesco: La tempesta di Shakespeare, play-within-the-play, che con stupore e irriverenza decidiamo di sbranare, per andare sempre più a fondo nell’istanza che esonda da tutti i personaggi: il desiderio di libertà. Scegliamo di utilizzare la “temporaneità” dell’evento scenico per creare una Zona Altra, di fondare una sorta di Istant Community dove anche la comunità-pubblico ha un ruolo attivo e determinante. In quanto “animali politici” creiamo in scena un’esperienza di riappropriazione, sia degli spazi, sia dell’esperienza in sé, sempre immersi “nella tempesta” dove non si inscena un mondo che finisce, ma un mondo che comincia.

Pensando alla tempesta ci è venuto in mente che il primo rifugio è una coperta: la coperta è la prima cosa che danno ai naufraghi.
Chiediamo al pubblico di portare con sé una coperta, piccola, grande, vecchia, nuova, leggera, pesante.
Le doneremo a "Non laviamocene le mani" un comitato speciale per una cultura dell'accoglienza.
FB: Non laviamocene le mani

www.motusonline.com


EN

Wounds, conflicts of today and hallucinated visions of the future, between utopias and distopiae… we navigate adrift between ages, reading Huxley, Dick, London, Thoreau… During the journey we find the fuse; Shakespeare’s The Tempest, play-within-the-play, and amazed and irreverent, we decide to mangle it to go even deeper into that urge overflowing from each character: the desire of freedom. We choose to use the “temporariness” of the staged event to create a different ZONE, to found a sort of Instant Community in which also the audience-community has an active and determining role… As “political animals”, we create a process of re-appropriation, through spaces and the experience per se, always immersed in this tempest in which does not appear a world at end, but one on the verge of a new beginning.

Thinking about the storm it came to our mind that the first refuge is a blanket: the blanket is the first thing that you give to castaways.
We kindly ask the public to bring along a blanket: small, large, old, new, light, heavy.
We will donate them to "Non laviamocene le mani" a special committee for a culture of welcoming.
FB: Non laviamocene le mani

www.motusonline.com











Privacy e cookie policy