Cinthia De Levie
Rehabilitation

data / date
20.07 dalle/from h. 19.00 alle/to h. 21.00
luogo / place Forgia

LIVE WORKS performance act award VOL.6

Nel 1990 il Museo Nazionale di Antropologia di Città del Messico chiese a un artigiano locale di viaggiare al fine di realizzare dei calchi e stampi di mani e volti di popolazioni indigene delle diverse zone del Paese, con l'idea di mostrarli all’interno della collezione etnografica. Le persone utilizzate per gli stampi vennero pagate 500 pesos messicani (circa 22,63 euro). A lavoro finito gli stampi delle mani e dei volti furono posizionati su dei manichini standard per poter essere esposti. I calchi sono attualmente stati rimossi e conservati nell'archivio del museo. Con Rehabilitation Cinthia De Levie ha prodotto i calchi dei pezzi originali e, manipolando gli oggetti, restituisce il movimento a corpi che sono stati oggettificati, nel tentativo di riabilitare le identità marginalizzate dalla Storia e generare un'alternativa ad essa. Per Live Works collabora con tre performer locali, chiedendo loro di essere al servizio dei frammenti: uno spostamento che mette in discussione la nozione stessa di protesi come elemento periferico al servizio di un corpo "centrale", e che invita a ripensare la relazione  stessa tra centro e periferia di una cultura.

Cinthia De Levie vive e lavora a Buenos Aires. Il suo lavoro esplora le costruzioni dell'alterità, con una particolare attenzione alla cultura visiva e materiale prodotta all'interno dei siti istituzionali di esposizione. Ha svolto indagini in musei di antropologia, etnografia e scienze naturali in Argentina, Italia e Messico. Lavora con il disegno, l'installazione e la performance. Ha ricevuto recentemente sovvenzioni per la creazione (Fondo Nacional de las Artes, BECAR / Cultura) e supporto alla mobilità (Prince Clause Fund) ed è stata artista in residenza al Museo Experimental Eco - UNAM (Messico) e AMEXCID (Messico).

In 1990 the National Museum of Anthropology of Mexico commissioned to a local craftsman to travel all over the country, in order to make casts and molds of hands and faces of indigenous people that seemed representative of their ethnicities, that were to be shown in the museum. The people used for the molds were paid 500 Mexican Pesos (approximatively 22,63 euros). The molds where then added onto regular mannequins to be exhibited in the museum, and are now removed from display and saved in the museum archive. For Rehabilitation Cinthia De Levie created casts of the original pieces and manipulates the objects, attempting to giving back the movement to objectified bodies, rehabilitate invisibilized identities, and generate alternative histories. For Live Works she collaborates with three local performers, in asking them to be at the service of the fragments: a shift that questions the notion of prostheses as peripheral element at the service of the “central” body, and that eventually questions the very relation between centre and periphery of a culture.

Cinthia De Levie lives and works in Buenos Aires. Her work explores constructions of otherness, with a particular focus on the visual and material culture produced within institutional sites of display. She has carried out investigations in museums of anthropology, ethnography and natural sciences in Argentina, Italy and Mexico.
She works with drawing, installation and performance. She has been recipient of creation grants (Fondo Nacional de las Artes, BECAR/Cultura) and travel grants (Prince Clause Fund) and has been an artist in residence at Museo Experimental Eco –UNAM (Mexico) and AMEXCID (Mexico).



CENTRALE FIES


IL GAVIALE società cooperativa
via Gramsci 13, 38074 Dro (TN)
CF e P. IVA: 01295630220, REA: TN – 128433
T. 0464/504700 / info@centralefies.it / info@pec.centralefies.it

web project by crushsite.it






Il reportage multimediale del festival