Emanuele Coccia

data / date
27.07, h. 17.30
luogo / place Le Terme
durata / duration 60’

TALKI'N ABOUT

Il supercontinente e la tettonica delle specie viventi. La scoperta della tettonica della placche ha trasformato il modo di pensare la relazione tra i viventi e lo spazio. Tutti i continenti sono in deriva, nessuno puo fare a meno di esser ‘pianeta’, corpo in movimento erratico. Tutti i continenti sono la stessa Terra, assieme unita e in frizione permanente per trovare una forma combinatoria tra il sommerso e l’emerso. La relazione tra le specie viventi andrebbero ripensate attraverso questo modello. Tutte le forme di vita sono alla deriva, ognuna delle loro identità è la frizione tra le specie scomparse e sommerse del passato e quelle che emergerà in un futuro che il sesso e la mutazione rendono imprevedibile. Cani, gatti, uomini, virus, batteri, pini, cipressi e fiordileoni non sono identità stabili ma postazioni o configurazioni incerte attraverso cui la vita assieme si relaziona e si scontra con se stessa e continua a reincarnarsi nei suoi stessi limiti. Tutte le specie sono la stessa vita supercontinentale assieme divisa e riunita nel sesso e nell’alimentazione.

Emanuele Coccia è professore associato all'École des Hautes Études en Sciences Sociales (EHESS) di Parigi. Tra le sue pubblicazioni La  vita delle piante (2018), Il bene nelle cose La pubblicità come discorso morale (2014), La vita sensibile (2011) e La trasparenza delle immagini. Averroè e l’averroismo (2005). 

Supercontinent and tectonics of living species. The discovery of plate tectonics has transformed the way of considering the relationship between living beings and space. All the continents drifting, none cannot do without being “planet”, body characterised by erratic movement. All the continents are on the same Earth, both united and in permanent friction in order to find a form combining what is submerged and emerged. The relationship between living species should be rethought up through this model. All the living things are drifting, each of their identities is the friction between disappeared and submerged species of the past and those that will emerge in a future, which will be made unpredictable by sex and mutation. Cats, dogs, virus, batters, pines, cypresses, dandelions are not stable identities, but uncertain positions and configurations, through which life both establish a relation and clash with itself and keeps reincarnating in its same limits. All the species are the same supercontinental life divided and reunited in sex and nutrition.

Emanuele Coccia is associate professor at École des Hautes Études en Sciences Sociales (EHESS) of Paris. His publications include La  vita delle piante (2018), Il bene nelle cose La pubblicità come discorso morale (2014), La vita sensibile (2011) e La trasparenza delle immagini. Averroè e l’averroismo (2005). 




CENTRALE FIES


IL GAVIALE società cooperativa
via Gramsci 13, 38074 Dro (TN)
CF e P. IVA: 01295630220, REA: TN – 128433
T. 0464/504700 / info@centralefies.it / info@pec.centralefies.it

web project by crushsite.it






Il reportage multimediale del festival